giovedì 19 maggio 2011

Chuck Norris, dove sei?

Continuando il mio tentativo di fare ridere, analizzo questi casting di personaggi.

Da quanto si capisce, trattasi di casting per una pubblicità basata sulle arti marziali, o per un film.

00.00.00-00.00.19 Ecco il primo tentato attore. Non so perché, ma la sua faccia mi ricorda quella di un cameriere di un ristorante Kosher di Manhattan ( non so da dove mi è venuta questa associazione di idee...). È un duro, e urla un sacco. Inumani colpi di taglio sul collo del povero manichino! Sempre con la stessa mano, però. La sinistra penzola.
00.00.08: Tenta il colpo grosso! Calcio rotante alla tempia! Lo dà, ma cade. Eroicamente, si rialza! Ci riprova con l’altra gamba! Cade di nuovo come un pulaster. Si rialza, e comincia a tirare martelli assassini alla gola, ma è già spompo. Troppe sigarette! Però, però, ostinandosi, riesce a far cadere il manichino. Manichino a terra, il nostro cameriere trionfa!
Dopo lungo conciliabolo, i giudici danno la vittoria al manichino per 2 k.o. Contro uno... il cameriere ha presentato ricorso.
00.00.19-00.00.29 Un altro, sembra più giovane. Ulula:”NON HO MAI PERSO!”. Questo tizio deve essere un antesignano della fit box, dato che sferra (?) dei pugnetti da bambino di 5 anni... i sacchi soffrono terribilmente il solletico.
00.00.24 Mitica capriolina, con pedatina accessoria. Alla fine della prova, si mette a saltellare gallinescamente...
00.00.29-00.00.34 Una specie di meteora con maglione bicolore sfreccia per il campo visivo, cercando di effettuare un calcio volante rotante alla tempia del manichino, ma cannando di 20 cm il bersaglio... cadendo, si fa pure male, e soffre! E esibisce pure la calvizie incombente!
00.00.35-00.00.49 Questo mi sembra un maestro iberico di tennis (? ma perché? A volte mi stupisco delle mie associazioni). “LA PAGHERAI!” Ulula. Dopo questo grido da recupero crediti, inizia. Inizia a tirare calci ruotati. Ma fa solo quello. E a ogni giro emette un “AHEN!” che sembra un verso di emorroico alle prese con un parto particolarmente tribolato.. Al 4° giro la forza centrifuga e la fatica hanno il sopravvento, e casca. “Stai bene?” chiede una premurosa voce fuori campo.
tutt’aposto, tutt’aposto, ehhh!” risponde il centrifugato. “con tutte le centrifughe che mi son fatto, cosa vuoi che sia!” sembra pensare...
00.00.49-00.01.00 Appare un negher. Un negher un po’ sbiadito, per la verità, e anche un po’ intontito, sembra, ma con due tostissimi nunciaku... Fa SFAVILLARE LE ZANNE (!) e comincia. 00.00.51 TOGHISSIMO SALTO ALL’INDIETRO! Come in tutti i voli, il problema è l’atterraggio. Il negher si appiattisce la faccia contro il pavimento. Nonostante tutto, inizia a nunciakare, con uno solo, l’altro lo ha perso. Mentre si rialza, è evidente che la girobussola interna è un po’ sfasata, perché sbanda verso sinistra, e crolla fuori dal campo visivo. Si odono rumori alluminiosi e tontognamenti femminili (e il sangue? E il cervello? Io non lo pulisco!). Alla fine si vede il poveretto che si agita immerso nel suo dolore (cosa ammirevole, soffre, ma non frigna o geme).
00.01.00-00.01.19 Finalmente uno serio! Uno che sembra veramente un mastro di arti marziali. Tranquillo, professionale, alza il manichino, posiziona la mela alla Guglielmo Tell (quello dei movimenti tellurici), si prepara da lontano, prende la posizione, fissa il bersaglio come dovesse esorcizzarlo, parte, fa un calcio rotato che non tocca nemmeno il manichino, cade sulla schiena a zampe all’aria. Se fosse stato un vero maestro, si sarebbe aperto il ventre (piuttosto molliccio, per la verità) così avrebbe riaquistato tutto il suo onore! Ma non ci sono più i maestri di una volta.
00.01.19 -00.01.19 Adesso è l’ora di un orientale, mooolto buddistico, nel senso che assomiglia a Budda. Capriola, ma professionale, con arrivo vicino a una listella di legno da rompere. Si alza, e cala il pesante piede. Splat! La listella si rifiuta di collaborare. “YEAH!” grida, per aiutarsi. Ma quella cagna di listella proprio non ne vuole sapere. 2, 3, 4 colpi, e il risultato è lo stesso. L’immagine sfuma, e si sente ancora battere. Dalle informazioni in nostro possesso, il tizio ha continuato a tirare pestoni finché non l’hanno scopato via assieme alla polvere...

4 commenti:

  1. Questo lo conocevo già, ma mi fa spanciare ogni volta che lo vedo XD

    RispondiElimina
  2. ehh si, sono le cose riuscite che diventano dei classici...

    RispondiElimina
  3. Paolo aus Triest20 maggio 2011 13:06

    La famosa "puntata mai trasmessa" di Paperissima? :-D :-D

    RispondiElimina
  4. La cosa meravigliosa è che quando il Neghèr si sfranta la faccia al suolo, finisce rantolando fuori dal campo visivo e una voce Off dice:

    "Are you ok?"
    "Yes" dice il negher
    "No you're not" conclude per osservazione diretta del fenomeno, la tizia.

    RispondiElimina