domenica 16 ottobre 2011

sabato 15 ottobre

«Maledetti! Guardate là il collega ferito, è la fine del mondo, guardate quanti incappucciati circondano il blindato dei carabinieri. Altro che pochi violenti isolati, diamine. È un’altra Genova, questa. E noi stiamo qui a fare le belle statuine mentre in testa ci piove di tutto. Fermi, dietro ai blindati, carne da macello mentre quelli (indica il furgone dell’Arma circondato dai black bloc, ndr) al posto di guida vedono la morte in faccia e magari pensano a quello là, come si chiamava, a quello che ha sparato a Giuliani a Genova. Una follia, cazzo. Una follia. Questa maledetta politica buonista è una follia. Perché la parola d’ordine sapete qual è? La volete sapere? Abbozzare. Attendere. Ripiegare. Non rispondere. Dobbiamo ab-boz-za-re sempre e comunque! Dal G8 di Genova l’ordine è sempre quello, altrimenti ci danno della polizia cilena e fascista. Obbligati a nasconderci dietro i mezzi, stare fermi come birilli anziché rispondere come siamo addestrati a fare. Guardate che scempio. Guardate gli occhi dei colleghi sotto ai caschi: vorrebbero correre e affrontare quegli scalmanati e invece no, zitti e buoni. Quelli forse arrostiscono là dentro e lo Stato al massimo concede ai blindati i caroselli con sirena, qualche lacrimogeno, idranti obsoleti, rare reazioni di alleggerimento. La solita strategia difensiva a oltranza. Abbozzare perché sennò ci scappa il morto, ma quale morto? Perché se muore una divisa, chissenefrega. Se muore uno che ti sta lanciando in faccia un estintore, diventa un caso internazionale con quei politicanti che parlano sempre di pochi facinorosi. Non ce la facciamo più: abbozziamo allo stadio, per la Tav, in strada coi black bloc. Scrivetelo, cazzo. Scrivetelo».

Tratto da "Il Giornale".

8 commenti:

  1. il sottoscritto sarebbe per l'uso esagerato dei lanciafiamme... disinfettano!

    RispondiElimina
  2. Paolo aus Triest17 ottobre 2011 14:35

    Io sarei invece per il 20 mm. E poi i resti li si chiude dentro dei sacchi e li si appende a putrefare come esempio (occorrerebbe però qualcosa tipo il parigino Gibet de Montfaucon, è abbastanza spiegato sulla wikipedia francese).

    A me ha fatto ribrezzo la scena del poliziotto che, tirato un lacrimogeno, gli si inceppa l'aggeggio per lanciarli. Anche mal equipaggiati.

    Non serve uno Stalin, basterebbe... un Putin! Ricordo una volta il filmato di una sommossa in un carcere russo: le guardie avevano le nocche sanguinanti tante ne avevano date (evidentemente anche a mani nude); a un detenuto avevano strappato i vestiti a manganellate... E non credo abbiano passato guai.

    RispondiElimina
  3. il 20mm è troppo rapido, e sporca, a mio modo di vedere... il lanciafiamme è meglio.
    il Gibet de Montfaucon è un'idea geniale. io li attaccherei a dei pali come facevano i greci, popolo umanitario che odiavano sporcarsi le mani, e li lasciavano lì. Da vivi, ovvio.

    RispondiElimina
  4. Paolo aus Triest19 ottobre 2011 13:57

    io li attaccherei a dei pali come facevano i greci, popolo umanitario che odiavano sporcarsi le mani, e li lasciavano lì. Da vivi, ovvio
    Anche al Gibet de Montfaucon li appendevano di solito da vivi, almeno inizialmente. E mica con una corda: il capestro era una catena.
    Sul wikisource relativo (ci si arriva dalla voce della wikipedia francese sul gibet, il problema è che è in francese) è spiegato anche come facevano: si faceva salire il puzzone davanti a sè su una scala fino al livello richiesto (fossero tre o solo due non importa), si girava la catena al collo del puzzone, senza stringere troppo ma che non si sganciasse, e si scendeva ritirando la scala; il puzzone rimaneva così a penzolare. A scelta quanto lasciarcelo, da un giorno a qualche anno. Con una catena al collo non so quanto ci metteva, ma non poco sicuro. E poi vuoi mettere che il puzzone si trovi a penzolare (ancora vivo!) vicino a un altro puzzone che già putrefaceva... No, i cadaveri non venivano restituiti.
    I francesi sapevano essere cattivissimi, e con questo metodo non si sporcavano troppo ;) Peccato che poi si siano "redenti" introducendo la ghigliottina (e con la stessa legge la restituzione dei cadaveri).
    Sì, di questi giorni ci vado giù durissimo, sono 10 anni che non vedo un lavoro stabile, faccio lavori che durano se va bene una cinquantina di giorni, quello indignato devo essere io!

    RispondiElimina
  5. "dobbiamo", mio caro.
    ti capisco benissimo.

    RispondiElimina
  6. Non siate eccessivi, che poi l'eccesso é inapplicabile.
    Basta una carica dei carabinieri a cavallo; lo ho visto fare in Germania e UK. Funziona. Benissimo.
    Augusto

    RispondiElimina
  7. Paolo aus Triest24 ottobre 2011 22:35

    Prima fila fucili, seconda sciabole... Fosse così facile.
    Ma li abbiamo ancora i soldati a cavallo? Coi tagli dissennati fatti a casaccio...
    E comunque poi i resti bisogna portarli via lo stesso.

    RispondiElimina