lunedì 18 marzo 2013

sketch di un romanzo/sceneggiatura/fumetto da fare. Vecchi conti in sospeso.


Amid (nato Libero Lenatti) era infuriato. I nemici infedeli insozzavano la terra dei credenti con la loro presenza, e osavano vietare gli atti di fede pubblici (!). Così Amid, forte del mandato degli anziani della comunità, si diresse verso gli infedeli armati che occupavano la piazza, la barba tinta con l'hennè che garriva fieramente. Appena i militi si accorsero che si stava avvicinando, due di loro brandeggiarono le armi.

ALT!” intimarono. Amid non se ne diede per inteso. Quando le puntarono, un residuo di autoconservazione lo fermò. Ma urlò nella lingua dei puri:
Voglio parlare con il vostro capo!” .
Un soldato rispose:
Parla come un essere umano, coglione!”
Amid smaniava.
Pagani! Cani infedeli!” Pensò rabbiosamente, poi urlò altezzosamente nella lingua natia:
Voglio parlare col vostro capo!”
Aspetta.”
Rispose il soldato.
Dal gruppo uscì un soldato che si proteggeva con un grande scudo trasparente. Gli si pose alla distanza di due passi, senza coprire la linea di tiro dei due più lontani, e mosse dall’alto al basso uno strano strumento, simile a un aspirapolvere, su Amid, che non capiva.
Indietreggiò sempre proteggendosi, guardò lo strumento, e disse qualcosa a bassa voce. Se ne andò. I due soldati abbassarono le armi.
Puoi avvicinarti.”
Fece uno.
Chi è il vostro capo?”
Riabbaiò Amid.
Non preoccuparti bello, ti troverà lui.”
Rispose l'altro, e entrambi sghignazzarono.
Sbuffando insofferente, Amid entrò nel gruppo di blasfemi. Notò subito che i militi non lo guardavano. Più che essere indifferenti alla sua presenza, sembrava che per loro lui non esistesse.
Si guardò attorno per individuare il comandante, ma erano tutti uguali, con l'elmo e la tuta.

Ad un tratto, gli si fermò vicino un soldato, piuttosto basso, accompagnato da un altro più grande. Si tolsero entrambi il casco.
Mi hanno detto che mi cercava” disse una voce.
La voce e il volto erano di una donna.
Puttana infedele!” si disse automaticamente. E, ovviamente, si rivolse all’altro.
VOGLIO CHE TOGLIATE IL DIVIETO DI PREGHIERA PUBBLICA!! NOI ABBIAMO DEI DIRITTI!! eccetera eccetera”.
Sbraitò, la barba ritta, i vestiti larghi, ondeggianti, la pelata coperta dalla papalina.
La donna assunse un’espressione seccata. L’uomo non reagì. Guardò solo nella sua direzione. Amid si sentì a disagio. L’uomo gli sembrava strano, sbagliato. Quando aveva fissato dietro le sue spalle, aveva avuto l’impressione di essere invisibile. Esasperato, ricominciò:
VOGLIO CHE TOGLIATE IL DIVIETO DI PREGHIERA PUBBLICA!!
Sembrò che l’uomo si accorgesse della sua esistenza. Il milite lo guardò in viso. Senza proferire verbo, tirò fuori un palmare da una tasca e lo piazzò davanti alla faccia di Amid. Si sentì uno scatto da vecchia macchina fotografica. Il soldato pestò qualcosa sui tasti e fissò attentamente il piccolo schermo.
La rabbia cresceva: “COME OSATE?!?”
Il soldato si rivolse alla donna. Sussurrò qualcosa come “X2 (1)”.
La donna rispose con indifferenza: “Faccia quello che deve”.
Il milite intascò il palmare, di scatto fece girare uno stupefatto Amid di 180°, e lo afferrò alla nuca con una forte stretta. Amid, preso di sorpresa, non reagì. Il soldato spinse Amid in mezzo alla piazza. Lì, lo lasciò andare.
Amid si voltò di scatto, inviperito. Ululò sputacchiando “COME OSI SPORCOAAAAUUGHH...”
Una terribile esplosione di dolore a un ginocchio. Amid rovinò a terra.

---------------------------------

Blackjack inchiodò il miserabile piazzandogli un piede sulla schiena. Il desso, nonostante un ginocchio rotto, muoveva le zampe cercando di sfuggire come uno scarafaggio. Il sergente tirò fuori uno stiletto a lama strettissima. Piegando la gamba, si abbassò e tirò indietro il cranio del soggetto piantandoli le dita della mano sinistra nelle orbite. Tenendoli fermo la testa, li perforò la laringe come gli era stato insegnato da un simpatico istruttore della polizia cinese (2).
Il moribondo tossì qualche goccia di sangue. Ma non gemeva più. Aprì incredibilmente gli occhi e la bocca quando si rese conto di essere diventato afono.
Blackjack si rialzò e rinfoderò la lama. Chiese a un soldato lì vicino.
Mi porti la mazza, per favore.”
Il milite così interpellato trotterellò verso un blindato e ne tornò con un pesante martello da spaccapietre. La testa metallica era decorata sui lati con un teschio bianco in rilievo.
Il soldato lo porse, e il sottufficiale lo prese in mano.
Grazie”. Disse al milite (rimaneva sempre una persona educata). Poi si rivolse all'esemplare in basso.
Allora, pezzo di merda, in nome del protocollo 12A sul collaborazionismo, e sul fatto che sei un inutile buco di culo, sei condannato a morte. E la sentenza verrà applicata subito”
Affermò il sergente con tono sussiegoso, alzando la mazza.
Il sergente era metodico, cinque colpi su una gamba, cinque sull'altra, cinque mazzate per ogni braccio. Lo X2 si dibatteva, ma soffiava soltanto, soffiando più forte quando l'utensile gli colpiva gli arti. Dopo il trattamento, braccia e gambe del traditore erano diventati gommosi come tentacoli.
Dopo la battitura, Blackjack si allontanò di due passi per contemplare l'opera.
Il morituro girò la testa e cercò di guardare il suo carnefice in faccia. Vedendo l'espressione di puro e autentico dolore di quegli occhi in quella faccia piena di lacrime e saliva, il sergente si sentì pervadere da una assoluta e totale soddisfazione... era proprio quello che cercava quando si era arruolato. Posò la mazza a terra e si accoccolò vicino all'esemplare.
Estrasse uno strumento di metallo lucido, simile a una grossa siringa, che aveva un Grosso ago all'estremità (3).
Ultima formalità...”
Mormorò conficcandolo nel collo.
Il traditore spalancò la bocca in un urlo silenzioso.
Lo strumento emise un beep affermativo.
Identità konfermata!”
Motteggiò Blackjack.
Il sottufficiale si rialzò in piedi , mise lo strumento nella custodia e riprese il martello.
Adesso completo l'opera, non preoccuparti!”
E calò un terribile colpo sulle reni. Lo scricchiolio si sentì a 10 mt di distanza.
Lo X2 (adesso “completamente” X2) si produsse in un magnifico sobbalzo vermiforme, soffiando.
Le gambe erano immote.
Bene! Sentenza eseguita. Non preoccuparti, nessuno ti cagherà fino a quando non sarai crepato.”
Affermò soddisfatto Blackjack, con la mazza sulle spalle, simile a un manifesto dell'onesto lavoratore.
Non avrebbe dovuto prendere prima il DNA , e dopo eseguire la sentenza?”
Chiese una voce femminile, leggermente disapprovante.
Il sottufficiale si voltò , e vide che era arrivato il suo tenente.
Mah... piccolezze, mia Signora... pinzillacchere... questo tizio è... anzi era, così stronzo che , anche se non era nella lista, meritava lo stesso di morire...”
E se ne andarono, lasciando lo X2 per terra.



(1) Starebbe per XII, cioè 12, ultimo mese dell'anno, e significa morituro, destinato alla fine. In questo caso, collaborazionista da abbattere appena riconosciuto
(2) Trattasi di usanza locale, applicata sui condannati a morte. Evita che i suddetti gridino qualche ultima parola offensiva verso lo stato.
(3) Flenetter = strumento che raccoglie e esamina campioni di DNA. Serve a stabilire in modo definitivo l'identità.

13 commenti:

  1. Paolo aus Triest20 marzo 2013 22:17

    Quando ho visto quella dello stiletto nella laringe ho pensato: ma non si faceva prima a fare al barbuto la "cravatta colombiana"?
    Non dovrebbe fare troppi problemi, in una guerra... XD
    Forse sono troppo sbrigativo...

    PS. ma il (2) dopo "cinese" a cosa rimanderbbe?

    RispondiElimina
  2. sigh, il rimbambimento senile avanza! mi ero dimenticato di inserire le note...

    diciamo che quella di azzittire quelli che devono essere martellati è una mania del sergente, "oltre a un modo per impedirgli di ululare zio ce l'ha grosso...." dopo aver visto vari filmati di quadrupedi che sparacchiano, si intuisce che usano che queste cazzate come interloquire...
    la martellazione è il metodo principe di esecuzione dei traditori, in quanto garantisce una lenta agonia, con susseguente effetto persuasivo.

    RispondiElimina
  3. Scusa, ma qui stiamo sbroccando di brutto. A parte che facevi meglio a risparmiarti il Thunder Hammer degli Space Marines.

    Chi autorizza un cazzo di soldato a fare da giudice, giuria ed esecutore verso un civile disarmato che gli stava sul cazzo? Niente interrogatorio, processo, indagini, nulla? Ma manco l'esercito nazista in polonia faceva cose simili. Anzi, no, c'erano tizi che facevano cose simili, solo che finivano giustiziati dai loro stessi commilitoni...

    Inoltre, la sentenza di morte per collaborazionismo ci sta, ma solo per uno che collabori con il nemico invasore o che combatta per lui. Nessuno stato condannerebbe a morte un civile solo perchè ha deciso di andarsene in un altro paese a fare il civile! Anzi, uno stato è contento se una testa calda che ammira la "cultura" nemica se ne vada. E'meglio avere un altro beduino in beduinolandia che avere un contestatore in casa, anzi è più probabile che lo stato incoraggi le teste calde ad andarsene: "Vi piace tanto la cultura beduina? Vi paghiamo un biglietto di sola andata per cammellolandia!"

    Senti, se vuoi farlo più sensato modifica il tutto specificando che Libero Amid Lenatti fosse una spia o un militare nemico, non un semplice cammellaio. In ogni caso, sarebbe più sensato se l'exploit di Blackjack fosse illegale e se lui facesse tutto di nascosto. Oppure, se quella forma di giustizia fosse tecnicamente illegale, ma incoraggiata sottobanco. Qualcosa tipo "non fatelo, è illegale, finite davanti alla corte marziale, ma se lo fate di nascosto è probabile che non vi becchiamo"

    Viceversa, apprezzo il fatto di "silenziare" il cammelliere. Quelli urlano con una potenza vocale incredibile, mi domando come facciano a urlare in quel modo. Forse è l'allenamento dovuto alle preghiere giornaliere per il loro grande suino?

    RispondiElimina
  4. ....
    tu non hai ancora capito una cosa.
    questa non è una "conquista".
    è una "riconquista".
    e il tizio eseguito è un "collabo".

    leggi questa: http://comeittoogami.blogspot.it/2012/04/sketch-di-un-romanzosceneggiaturafumett_12.html
    e immagina che il risentimento di Blackjack è il risentimento di una nazione intera.

    RispondiElimina
  5. e il fesso è inserito in una lista. il sergente esegue solo un ordine.

    RispondiElimina
  6. Mi immagino la riunione all'alto comando:

    "Signori, il nostro obiettivo è quello di farci schifare da tutto il genere umano. Propongo di sanzionare l'omicidio di civili disarmati colpevoli solo di essere emigrati e di avere cambiato religione. Penso che neanche Fidel Castro sia mai arrivato a tanto. L'unico caso che mi viene in mente sia il modo in cui Stalin trattava i disertori che cercavano di scappare dall'URSS."

    "Ottima idea. Ha già in mente il metodo di esecuzione?"

    "Certamente! Le SS e l'NKVD usavano il colpo di pistola alla nuca, i talebani usano la decapitazione, ma noi useremo la morte lenta tramite distruzione traumatica di ossa e organi. Ricordate, il nostro obiettivo è quello di farci schifare anche dai talebani e dai neonazisti. Ho progettato personalmente lo strumento adatto allo scopo."

    *Parte la slide con le immagini del martellone col teschio*

    "Scusate, ma non rischiamo una causa legale per infrazione del copyright da parte della Games Workshop? Quella è la copia sputata del Thunder Hammer degli Space Marines"

    "Con tutto il rispetto, abbiamo appena usato la dichiarazione universale dei diritti dell'uomo come carta igienica. Penso che una causa per infrazione di copyright sia l'ultimo dei nostri problemi."

    "Su questo ha ragione, ma con tutto il rispetto, ci sta come i cavoli a merenda. E'semplicemente ridicolo."

    "Guardi, lo proveremo sul campo per vedere come funziona. Sono sicuro che le truppe saranno felici di usarlo e che gli esecutori non avranno alcuna conseguenza e alcun trauma psichico"

    "Veramente, gli esecutori soffrono sempre di traumi psicologici, anche quelli che usano metodi puliti e indolori come l'iniezione letale. Un soldato che uccida un nemico in quel modo finisce in manicomio, se non era già da manicomio prima."

    "Conosco personalmente il soldato adatto allo scopo. Si fidi di me."

    RispondiElimina
  7. Scusa se parlo in questo modo, ma penso che tu abbia poca esperienza sul campo. Sono siciliano, conosco varie persone che hanno fatto il VFA e VFB in zona di guerra, molti dei quali neofascisti o veri e propri skinhead. Nessuno di loro è tornato dalla naja allegro, tranquillo e fischiettante. Nessuno, con tutto il fatto che si trattava di gente molto a destra. Tra parentesi, quelli hanno solo sparato, non hanno mai provato l'ebbrezza dell'omicidio in corpo a corpo.

    Nel frattempo, ho lavorato nei macelli in Emilia e ho visto cosa succede ai macellatori, gente sotto continuo controllo psicologico. Alcuni diventavano isterici, altri iniziavano ad apprezzare TROPPO il loro lavoro. Per fortuna lo psico li selezionava e costringeva il titolare a metterli in postazioni dove l'animale arrivava già morto, altrimenti non mi immagino neanche in che condizioni mentali si ridurrebbero. Fra parentesi, non si trattava di studentelli o di fighettini, ma di gente veramente dura (albanesi, rumeni, campani, calabresi, sardi e nigeriani). Capisci ora perchè critico così tanto la descrizione dei comportamenti disinvolti di Blackjack e dei soldati dell'esercito?

    RispondiElimina
  8. "solo di essere emigrati e di avere cambiato religione."
    ...
    sbagliato, hanno SOLO cambiato religione, o meglio, hanno adottato la cultura del nemico.

    la morte lenta tramite distruzione traumatica di ossa e organi.
    ...
    Credi che sia un metodo nuovo? nel medievo, dopo un trattamento simile, issavano i pazienti sopra una ruota.

    Quella è la copia sputata del Thunder Hammer degli Space Marines
    ahia! ti assicuro che non lo sapevo.

    "Veramente, gli esecutori soffrono sempre di traumi psicologici, anche quelli che usano metodi puliti e indolori come l'iniezione letale. Un soldato che uccida un nemico in quel modo finisce in manicomio, se non era già da manicomio prima.

    beh, dovrò proprio spiegare un po' dell'addestramento... mi dà l'impressione che non abbia letto il link di cui sopra, e che tu abbia una ingiustificata fede nella sostanziale bontà dell'animo umano, cosa che io non condivido... (bontà intesa in questo caso, come capacità di sentirsi in colpa per aver fatto cose necessarie...)


    tanto per sapere, quale era il limite delle uccisioni quotidiane dei macellai che davano fuori di testa? mi sembra proprio sia un problema di quantità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, da parte mia non c'è nessuna fede nella bontà inerente dell'animo umano! Dico solo che l'essere umano è assai più fragile di quanto si pensi. La quasi totalità dei soldati che ha ucciso torna a casa col PTSD o peggio...

      I macellatori ammazzano centinaia di animali al giorno. La procedura è meccanizzata il più possibile stile catena di montaggio, in modo da rendere tutto più asettico e meno sconvolgente. In generale c'è uno che ammazza l'animale con una pistola "captive bolt", un altro che lo appende, un altro che taglia la gola, un altro che continua il taglio e così via. I controlli dello psicologo si fanno una volta al mese e di solito non si dura più di due o tre mesi prima che ti facciano cambiare postazione. Come ho detto, qui si parla della gente più dura che abbia mai conosciuto in vita mia, l'italiano medio non durerebbe mezz'ora.

      Elimina
    2. La quasi totalità dei soldati che ha ucciso torna a casa col PTSD o peggio...

      sbagliato. c'è un limite temporale medio, in cui il soldato sviluppa la PTSD , cioè 30 giorni di combattimento a alta intensità (30 giorni di 24 ore senza dormire) in ambiente di guerra di trincea. magari c'è un fondo di verità nel fatto che, se i soldati passano dal campo di battaglia alle loro case in meno di 24 ore, come capitava agli americani in viet nam, e che se a casa vengono trattati come appestati, tendono a sviluppare nevrosi... ma dipende appunto dall'ambiente esterno.

      l'italiano medio non durerebbe mezz'ora. affermazione razzista e sciocca.

      Elimina
    3. > l'italiano medio non durerebbe mezz'ora. affermazione razzista e sciocca.

      Se permetti, so di cosa parlo. Se conoscessi le fabbriche "sporche" in cui si lavora in condizioni brutte, sapresti che ci sono delle postazioni "per stranieri" in cui non ti metteranno mai a lavorare se sei italiano. Ad esempio il sugnatore di prosciutti, un lavoro orrendo, faticosissimo e dannoso per la salute. Ho lavorato come tecnico nei prosciuttifici e salumifici di mezza Emilia, ti assicuro che i sugnatori italiani sono rari come le mosche bianche. Nei macelli, ad esempio, sono quasi tutti ivoriani o angolesi, nonostante il lavoro sia pagato bene!

      Elimina
    4. tu parli di macelleria, e io parlo di guerre.
      per quanto ne so io, i soldati italiani non sono diversi da tutti gli altri soldati del mondo.

      Elimina
  9. Paolo aus Triest27 marzo 2013 22:41

    Probabilmente in una guerra, specie in una guerra dove il nemico ha già usato brutalità sopra la media, i freni inibitori dei combattenti possono saltare molto facilmente. Quello che ha fatto un soldato in conflitti di oggi (altamente asimmetrici) penso sia più vicino ad un "addestramento in condizioni reali". Dove ci sono state vere guerre (ex Jugoslavia, Ruanda...) si è visto ben di peggio che un martellamento sulle ossa.

    A proposito del metodo di esecuzione: da dove si pensa che venga in termine "stangata"? In Francia, più raramente anche in alcuni stati italiani, si usava infliggere lo spezzamento con colpi di stanghe di ferro. In Francia era usato principalmente su ladri e rapinatori e spesso indicava all'esecutore dove cominciare: se il delitto era meno grave, si spaccava subito lo sterno o il cranio e gli altri colpi erano dati a un morto!
    Nulla di nuovo sotto il sole...
    Ripeto: io non trovo nulla di strano l'odio delle truppe per il nemico. Se il nemico è sentito davvero come tale, può succedere davvero, è successo davvero. E succederà davvero di nuovo se ci saranno le condizioni perchè succeda.

    Un po' mi fa strano che qualcuno commenti una fiction (magari vederla al cinema!) come se fosse possibile che accada davvero (immaginate che abbia messo la faccina "rolling eyes"...).

    RispondiElimina